Torta di scalogni

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 17 giugno 2015

    […] Quando vi scrissi la ricetta della spanakopita, vi dissi che c’era un tipo di sfogliatura simile che si realizzava nel medioevo che, però, prevedeva l’uso dello strutto. Si tratta della sfogliatura necessaria per realizzare la ricetta della torta ungaresca. Questo è di un pasticcio di carne, cipolle e spezie il cui rivestimento è ottenuto con un semplice impasto di farina, acqua e sale che si stende sottilissimo e si alterna con un grasso, cioè lo strutto. Questa che vi propongo l’ho realizzata, per seguire la ricetta storica, con lo strutto, ma con l’olio di oliva a me è piaciuta molto di più. La ricetta medievale è tratta dal manoscritto in dialetto veneto Libro per cuoco scritto da un anonimo veneziano del XIV secolo, edito da Ludovico Frati verso la fine dell’800. Questo manoscritto, conservato a Roma, contiene 135 ricette. Qualche tempo fa, dallo stesso manoscritto, vi presentai la ricetta della torta di scalogni che trovate qui. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: